IL CANTO SACRO 


Odoo - Sample 1 for three columns
Spirito ed Essenza delle culture ancestrali

Il canto per le culture ancestrali è stato uno strumento per tramandare la tradizione ed una incommensurabile maniera per trasmettere benessere e conoscenza alla gente. Attraverso i canti gli uomini e le donne di un popolo descrivono il proprio modo di pensare e sentire, i propri miti, la propria storia e la propria eredità. Si aprono così degli spazi per creare e ricreare la vita, invocando e procando i sensi, affinché si possa incontrare il benessere. È per questo che sono definiti Sacri, non solo per la loro capacità di invocare e provocare, ma anche perché costituiscono la colonna portante per la trasmissione della conoscenza. Le informazioni contenute in questi canti trascendono le frontiere del pensiero e si impiantano profondamente in una frequenza del suono che viene registrata nel nucleo del corpo fisico, provocando così il benessere.

L’avvicinamento alla bellezza e il consolidamento di una forma di vita battono nel cuore del canto. Gli uomini e le donne hanno incontrato nella convivenza con la natura la possibilità di accompagnare i propri canti con i suoni che evocano profonde emozioni. I popoli originari hanno costruito strumenti che li aiutarono a modulare e sostenere il canto aldilà della propria voce, i tamburi e i sonagli costituiscono il centro della relazione di un popolo con i propri antenati. Si sono così materializzati non solo come strumenti inlegno, così come li conosciamo nell’occidente, ma sono andati oltre trascendendo in spiriti e canali attraverso i quali il mondo sconosciuto ci parla ed in nostri anziani ci comunicano. L’invocazione alla Terra ed il canto del Cielo con la voce di anziani tamburi e semi che rinnovano la vita si converte nel canto al Vento ed all’Acqua. Così i nostri popoli hanno camminato conservando la propria tradizione per migliaia d’anni.

Quando proponiamo la condivisione di uno spazio dove circolano questi canti stiamo alimentando il desiderio di trasmettere questo messaggio. Ci impegnamo affinché un cerchio di canti non sia solo un seminario o uno stage ma la possibilità di partecipare a questo momento con persone, uomini e donne, che vivono questi canti in modo sacro e che ne conoscono l’essenza, al fine di vivere appieno uno spazio di trasmissione della conoscenza e di ricerca del benessere.



STRUTTURA DELL’INCONTRO.
Il canto come colonia portante per la trasmissione di una cultura.
Canti e forme di canto in NordAmerica e Messico.
Canti e forma di canto nell’Amazonia.
Canti e forme di canto nelle Ande.
Evoluzione dei canti: canti contemporanei.

Cerchio dei canti


SVILUPPO
Sarà spiegato ampliamente, attraverso la cosmovisione indigena, ciò che ha rappresentato e rappresenta il canto, con particolare riferimento ai sacri. Saranno inoltre descritte le relazioni che esistono in tutta l’America tra i canti e la visione degli strumenti più antichi.
Preparando una piccola “tavola rituale” o “altare” imbandita con gli strumenti sacri che si utilizzano in varie culture si presenteranno i canti più rappresentativi delle culture nordamericane. Un sonaglio rituale, un bastone cerimoniale ed un tamburo d’acqua tradizionale accompagneranno i canti.

Nella descrizione dei canti dell’Amazzonia saranno spiegate i differenti modi di utilizzare il sonaglio e le foglie delle palme. Queste ultime raggruppate insieme creano uno strumento che merita un’attenzione particolare all’interno della sua tradizione e che prende il nome di “wairapanga”, uno degli strumenti più rappresentativi delle culture di questa regione.

Introduzione alla cosmovisione dei popoli andini, considerando la loro storia precedentemente alla grande formazione del popolo Inka-Aymara e come questa abbia poi avuto influenza sui canti. Si presenteranno i rituali e gli strumenti cerimoniali, così come le cerimonie del canto alla montagna e le offerte alla PachaMama.

Una breve introduzione illustrerà l’evoluzione naturale che ha influenzato i canti di questa tradizione ancora viva nelle nuove generazioni. Senza perderne lo Spirito questi “nuovi” canti hanno apportato novità sia nelle armonie che nell’utilizzo degli strumenti durante le cerimonie.
Si proporanno canti alle persone che assistono affinché possano essere memorizzati e cantati. Canti d’evocazione ai quattro datori della vita: Acqua, Vento, Terra e Fuoco.