CEREMONIES

  Ancient Healing Ceremony

Per migliaia di anni la nostra famiglia si è presa cura di cerimonie ancestrali che sono state la fonte della conoscenza, visione del mondo, la salute e la purificazione del nostro popolo. Questa nuova era in cui l’umanità si sta muovendo verso una consapevolezza maggiore ha permesso la conoscenza ancestrale, una volta nascosta, dei nativi americani ed ora disponibile per chiunque voglia venire a imparare.
La Cerimonia di Medicina di quattro tabacchi è una cerimonia di preghiera e di canto che dura tutta la notte, desideriamo condividere uno spazio di guarigione attraverso il tabacco da fiuto, la medicina dell’aguacolla degli altipiani andini, Fuoco, Acqua e Cibo.

Lo scopo è quello di collegare l’individuo con se stesso e con l’universo, contribuendo così a trovare le risposte abbiamo bisogno nella nostra vita, per vedere le nostre capacità e talenti, per affrontare le nostre paure e ciò che vive dentro di noi. 

Questa conoscenza porta alla libertà e la salute di ogni persona e ci permette di vedere quegli aspetti dell’essere che si trovano sotto la superficie della realtà fisica e scoprire altri universi di coscienza.

Le donne nel loro tempo di luna (mestruale) sono invitati a partecipare alla cerimonia intera ed alle attività da svolgere.

La cerimonia di quattro tabacchi o della media luna è un momento ed uno spazio in cui la famiglia si riunisce intorno ad un Fuoco per pregare, per chiedere aiuto per la nostra salute e benessere o per quella di coloro che ci sono cari, per conoscere in modo più approfondito ciò che è dentro e fuori di noi e soprattutto la relazione che tra di essi intercorre.

La cerimonia dei quattro tabacchi è così denominata perché il tabacco è la principale medicina utilizzata per la sua ancestrale propietà che è quella di portare chiarezza nei nostri pensieri e nella nostra parola.

Il rituale si compone di quattro momenti principali, ognuno dei quali scandito da un tabacco:

- il tabacco del Proposito con cui esponiamo, soprattutto a noi stessi, perché ci siamo voluti sedere intorno ad un fuoco iniziando un percorso che durerà tutta la notte, si prega così «il proposito», l’intenzione che abbiamo per sollevare il potere della medicina;
- il tabacco dell’Acqua con cui portiamo chiarezza al nostro pensiero ed al nostro cuore, e la possibilità di incontrare la soluzione ai nostri disturbi e malesseri, in questo tempo si onora l’energia maschile;
- il tabacco del Potere o della Memoria con il quale, alla luce del nuovo giorno, ci ricordiamo del proposito per cui ci eravamo seduti davanti ad un fuoco, la terza fase è chiamata così il ritorno del potere o dello spirito per poter ricevere le risposte che stavamo cercando;
- ed infine il tabacco degli Alimenti con cui ringraziamo tutto ciò che ci permette di essere in vita e la continuità della vita stessa, il quarto è il tabacco della madre che onora la terra e l’acqua procreativa delle donne e l’energia femminile di questo universo.
In tale cammino, che si svolge nel corso di un’intera notte, in più occasioni ci rivolgeremo ai datori della vita (l’Acqua, l’Aria, la Terra, il Fuoco) e alla prime e più importanti medicine di cui la terra ci ha fatto dono (le piante) per chiedere aiuto, conoscenza, consiglio e per trovare risposta più chiara alle domande che vorremo porci.

Questi anziani ci accompagneranno tutta la notte, per tutta la notte infatti staremo seduti sulla terra, staremo intorno ad un fuoco, potremo apprezzare la presenza dell’aria anche attraverso gli incensi, berremo acqua (negli spazi ad essa dedicata), riceveremo le piante attraverso infusioni.

Durante lo svolgimento del rituale si canteranno delle canzoni dedicate al momento che si sta vivendo e tutti i partecipati avranno la possibilità di suonare degli stumenti sacri della tradizione del Cammino Rosso.

La cerimonia è diretta da un uomo/donna-medicina o curandero/a, ovvero una persona che da anni utilizza ed è in stretto contatto con questi anziani e queste medicine. Egli ha il compito di accompagnare tutti i partecipanti nella loro conoscenza e utilizzo al fine di condurre alla scoperta del curandero che vive dentro di noi!